FACOLTÁ di PSICOLOGIA

Le università telematiche o università on-line, sono dei veri e propri enti universitari, che grazie al sistema di studio: metodo e-learning (l’apprendimento telematico) ti permette di seguire le lezioni online e i materiali, reperibili per ogni insegnamento, sono disponibili sulla piattaforma internet dell’università scelta. Ogni studente ha un proprio tutor che lo segue durante l’intero corso di studi e gli esami sono svolti nelle sedi dell’università (la maggior parte delle volte decentrale su tutto il territorio italiano).
I CORSI DI LAUREA EVIDENZIATI IN BLU SONO CONSIGLIATE PER LA FORMAZIONE PENITENZIARIA

lauree triennali

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/01 Psicologia Generale 9
M-PSI/04 Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell'Educazione 9
M-PSI/03 Psicometria 6
M-PED/01 Pedagogia Generale e Sociale 6
M-DEA/01 Discipline Demoetnoantropologiche 6
BIO/13 Biologia Applicata 6
L-LIN/12 Lingua Inglese 9
BIO/09 Neurofisiologia 6
ING-INF/05 Fondamenti di Informatica 4
SECONDO ANNO
M-PSI/05 Psicologia Sociale 6
MED/25 Psichiatria 9
M-PSI/08 Psicologia Clinica 9
M-PSI/04 Psicologia dello Sviluppo Tipico e Atipico 9
M-FIL/02 Filosofia della Mente 9
M-PSI/03 Metodologia della Ricerca 9
M-PSI/02 Psicologia Fisiologica e delle Emozioni 9
TERZO ANNO
M-PSI/02 Neuropsicologia 6
M-PSI/06 Psicologia delle Organizzazioni 6
M-PSI/06 Psicologia del Lavoro 6
M-PSI/01 Psicologia della Comunicazione 6
M-PSI/07 Psicologia Dinamica 9
Un seminario a scelta tra:
M-PSI/07 Dinamiche intrapsichiche e interpersonali in contesti giudiziari 2
BIO/13 Aspetti neurobiologici delle dipendenze 2
M-PSI/03 Analisi dei dati 2
M-PSI/03 Analisi dei dati 2
M-PSI/01 Test WISC e BIG FIVE Questionnaire 2
M-PSI/04 Strumenti di valutazione e tecniche di intervento nei casi di DSA e ADHD 2
A scelta dello studente 12
Tirocinio 6
Prova finale 6

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche è finalizzato all’acquisizione delle competenze e conoscenze che caratterizzano i diversi settori della psicologia e delle scienze umane e biologiche a essa connesse, atte a consentire sia l’ammissione alla laurea magistrale in Psicologia (titolo indispensabile per accedere alla professione di psicologo) sia una buona padronanza degli strumenti concettuali, metodologici e tecnici dell’analisi e dell’intervento psicologico.

OBIETTIVI

Il corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche si pone i seguenti obiettivi specifici di formazione sulle conoscenze e competenze:
- acquisizione di solide conoscenze di base nei principali settori disciplinari della psicologia;
- acquisizione dei fondamenti teorici e metodologici che caratterizzano i vari ambiti della psicologia, nel quadro di una formazione interdisciplinare attenta alle dimensioni biologiche, neuropsicologiche, filosofiche, pedagogiche, antropologiche e sociologiche;
- acquisizione di adeguate conoscenze di tipo metodologico e di ricerca sia attraverso insegnamenti specifici, sia attraverso seminari;
- acquisizione di competenze operative e applicative di primo livello, specialmente negli ambiti disciplinari della psicologia generale, dello sviluppo, clinica e sociale;
- acquisizione di adeguate conoscenze e competenze applicative, per l'elaborazione dei dati ai fini di ricerca e per la gestione dell'informazione attraverso i comuni strumenti informatici.

DIDATTICA

Il corso di laurea è strutturato in modo da garantire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Ogni insegnamento, oltre a prevedere approfondimenti teorici di tipo erogativo (video- lezioni, lezioni in web conference, ecc.); propone attività interattive e aule virtuali per il consolidamento delle competenze, anche attraverso esercitazioni, nei diversi ambiti tematici. Sono inoltre previste attività con valenza di tirocinio formativo e di orientamento.

SBOCCHI

Il laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche, previa iscrizione alla sezione B dell'Albo Professionale degli Psicologi, può svolgere (sotto la supervisione di uno psicologo iscritto alla sezione A dell'Albo) la professione di Dottore in Tecniche Psicologiche nei termini previsti dalla legge (DPR 328/01 e L 170/03), ovvero nel settore delle tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro e nel settore delle tecniche psicologiche per i servizi alla persona e alla comunità. Formano oggetto dell'attività dei Dottori in Tecniche Psicologiche: la partecipazione a progetti per la promozione dello sviluppo delle potenzialità di crescita individuale e di integrazione sociale; interventi di tipo psico­educativo e attività di promozione della salute, di modifica dei comportamenti a rischio, di inserimento e partecipazione sociale; interventi per la riabilitazione, rieducazione funzionale e integrazione sociale di soggetti con disabilità, deficit neuropsicologici, disturbi psichiatrici o con dipendenza da sostanze; interventi diretti a sostenere la relazione genitore­ figlio e a sviluppare reti di sostegno; applicazione di protocolli per l'orientamento professionale, per l'analisi dei bisogni formativi, per la selezione e la valorizzazione delle risorse umane; utilizzo di test e di altri strumenti standardizzati per l'analisi del comportamento, dei processi cognitivi, delle opinioni e degli atteggiamenti, dei bisogni e delle motivazioni, dell'interazione sociale, dell'idoneità psicologica a specifici compiti e condizioni; collaborazione nella costruzione, adattamento e standardizzazione di strumenti di indagine psicologica. Gli sbocchi professionali concernono principalmente l'attività professionale di tipo psicologico, in strutture pubbliche e private, nelle istituzioni educative, nelle imprese e nelle organizzazioni del terzo settore.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PED-01 Pedagogia Generale e Sociale 12
M-PSI/01 Psicologia Generale 9
M-PED/02 Storia della Pedagogia 12
BIO/08 Antropologia 6
M-DEA/01 Discipline Demoetnoantropologiche 6
M-GGR/01 Geografia 6
M-PSI/04 Psicologia dello sviluppo e psicologia dell'educazione 9
SECONDO ANNO
M-PED/04 Pedagogia Sperimentale 9
M-PED/03 Didattica e Pedagogia Speciale 12
L-FIL-LET/12 Linguistica Italiana 9
M-PSI/01 Linguaggi espressivi nei processi di apprendimento e crescita personale 6
IUS/09 Istituzioni di Diritto Pubblico 6
A scelta dello studente 9
Lingua Inglese 6
Abilità informatiche e telematiche 3
TERZO ANNO
M-PED/03 Didattica della Pedagogia Interculturale 6
M-PSI/04 Psicologia dello Sviluppo e delle Relazioni Interpersonali 9
M-STO/04 Storia Contemporanea 9
M-FIL/06 Storia della Filosofia 9
M-PSI/07 Psicologia Dinamica 9
A scelta dello studente 9
Tirocinio 5
Prova finale 4

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione risponde alle esigenze di coloro che hanno una forte motivazione a lavorare in ambito educativo, soprattutto come insegnanti, nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

OBIETTIVI

I laureati in Scienze dell'Educazione e della Formazione possiedono competenze teorico-pratiche, critiche, di progettazione e valutazione nei settori formativi ed educativi. Il corso di laurea permette infatti di conseguire:
- conoscenze specifiche dei processi educativi
- abilità operative nel settore della formazione umana
- competenze progettuali nei percorsi di sviluppo umano sensibilità valutativa
- capacità di analisi della società multietnica
- capacità di organizzazione di interventi e attività di animazione
- capacità di utilizzare gli strumenti tecnologici
- capacità di condurre attività di team teaching

DIDATTICA

Sono previste procedure di verifica periodiche sullo stato di approfondimento e sul livello di conoscenza dei singoli campi d'attività attraverso test, prove pratiche di laboratorio, colloqui in itinere tesi anche ad accertare carenze o limiti da colmare con opportuni interventi formativi.

SBOCCHI

I laureati in Scienze dell'Educazione e della Formazione possono trovare sbocchi lavorativi come educatore, operatore, pedagogico, educatore socia le, animatore ludico e ricreativo, educatore in ambito giudiziario, tutor nei contesti formativi, creatore di interventi di formazione professionale, operatore ai servizi per l'impiego, consigliere dell'orientamento, insegnante di scuola pre-primaria (il corso non è tuttavia abilitante ai fini dell'insegnamento nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria).

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/01 Psicologia Generale e dell'Attività Fisica 6
M-EDF/01 Didattica dell'Attività Motoria nell'Età Evolutiva e negli Anziani 6
M-EDF/01 Teoria e Metodologia del Movimento Umano 12
BIO/13 Fondamenti di Biologia 6
BIO/10 Biochimica 6
M-EDF/02 Didattica degli Sport Individuali e di Squadra 12
FIS/07 Fenomeni Fisici in Ambito Preventivo, Diagnostico e Curativo 9
Lingua Inglese 3
SECONDO ANNO
MED/33 Biomeccanica 6
M-EDF/02 Teoria e Metodologia dell'Allenamento 6
MED/34 Medicina Fisica e Riabilitativa 9
MED/33 Malattie Apparato Locomotore 9
BIO/16 Anatomia Umana 12
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
TERZO ANNO
BIO/09 Fisiologia 9
M-PSI/02 Psicobiologia e Psicologia Fisiologica 6
IUS/01 Diritto Privato e dello Sport 6
IUS/09 Diritto Pubblico 6
M-PSI/04 Psicologia del Ciclo di Vita 6
A scelta dello studente 6
Seminario Doping 1
Tirocinio 13
Prova Finale 7

PRESENTAZIONE

Il percorso di studi in Scienze delle Attività Motorie e Sportive intende formare specialisti nella progettazione, gestione e conduzione in ambito educativo, socio-ricreativo e tecnico-sportivo. Al completamento del corso di studi, i laureati avranno maturato le competenze necessarie per potersi inserire nel mondo del lavoro presso società e associazioni sportive, centri di fitness e wellness e in aziende che operano nel settore sportivo.

OBIETTIVI

I laureati in Scienze delle Attività Motorie e Sportive hanno una solida preparazione di base nelle aree dell'educazione motoria e delle attività sportive, finalizzata allo sviluppo del benessere psico-fisico e all'acquisizione delle tecniche e delle capacità motorie utili allo svolgimento della pratica sportiva nelle diverse fasce d'età. In particolare, il percorso formativo ha l'obiettivo di far acquisire competenze nei seguenti ambiti:
- educativo, didattico e psicologico
- tecnico-sportivo
- biomedico e clinico
- organizzativo-giuridico.

DIDATTICA

Il corso di laurea è strutturato in modo da garantire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Ogni insegnamento, oltre a prevedere lezioni di approfondimento teorico, propone attività interattive e aule virtuali per il consolidamento delle competenze, anche attraverso esercitazioni, nei diversi ambiti tematici; sono inoltre previsti cicli di workshop con attività applicative in presenza a scelta dello studente. Le attività pratiche e di tirocinio curriculare, richieste dal percorso didattico, sono svolte in strutture sportive convenzionate con l'Ateneo e distribuite su tutto il territorio nazionale sotto la supervisione dei docenti del corso.

SBOCCHI

La laurea di primo livello in Scienze delle Attività Motorie e Sportive prepara alle professioni di:
- mediatore nella prevenzione del rischio per la salute;
- operatore nella comunicazione e informazione tecnico-sportiva;
- organizzatore e promotore delle attività nel tempo libero nelle varie fasce di età;
educatore motorio nell'attività finalizzata al mantenimento della salute personale - consulente e operatore in società sportive, palestre e/o centri sportivi pubblici e privati;
- preparatore fisico ed esperto nella programmazione delle attività motorie di allenamento

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
BIO/13 Biologia Generale 9
MAT/05 Matematica e Statistica 9
FIS/07 Fisica Applicata 6
CHIM/03 Chimica Generale e Organica (mod. 1) 6
CHIM/06 Chimica Generale e Organica (mod. 2) 6
BIO/10 Biochimica 9
BIO/16 Anatomia Umana 9
BIO/09 Fisiologia 6
SECONDO ANNO
BIO/11 Biologia Molecolare 9
BIO/14 Farmacologia 9
MED/03 Genetica Medica 9
BIO/12 Biochimica Clinica 6
BIO/05 Zoologia 9
Informatica 2
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
TERZO ANNO
CHIM/10 Chimica degli Alimenti 9
BIO/19 Microbiologia Generale 9
BIO/06 Anatomia Comparata e Citologia 6
BIO/01 Botanica e Biodiversità Vegetale 9
BIO/07 Ecologia 9
A scelta dello studente 6
Lingua Inglese 5
Prova Finale 5

PRESENTAZIONE

Se l’accesso a Medicina presenterà delle difficoltà, non rinunciare al tuo sogno: ora puoi prendere in considerazione alcuni corsi di laurea alternativi, che sono non solo rilevanti dal punto di vista formativo e professionale, ma oggi rappresentano anche una valida modalità per accedere a Medicina. In seguito alle sentenze di diversi TAR della Repubblica Italiana – sentenza n. 1015/2018 del TAR del Lazio, sentenza n. 518/2018 del TAR di Catania e altre sentenze dei TAR della Lombardia, di Pescara e della Calabria – è infatti possibile frequentare un corso di laurea affine ed entrare a Medicina al 2° o 3° anno senza sostenere il test di ammissione.

PIANO DI STUDI

I Anno di Corso
SSD Esame CFU
M-PSI/01 Psicologia Generale E Dell'attività Fisica 6
M-EDF/01 Teoria E Metodologia Del Movimento Umano 12
BIO/13 Fondamenti Di Biologia 6
BIO/10 Biochimica 6
M-EDF/02 Didattica Degli Sport Individuali E Di Squadra 12
M-EDF/01 Didattica Dell'attività Motoria Nell'età Evolutiva E Negli Anziani 6
FIS/07 Fenomeni Fisici In Ambito Preventivo, Diagnostico E Curativo 9
Lingua Inglese 3
II Anno di Corso
MED/33 Biomeccanica 6
M-EDF/02 Teoria, Tecnica E Didattica Del Gioco Del Calcio 6
M-STO/04 Storia Dello Sport E Del Giornalismo Sportivo 9
MED/33 Malattie Apparato Locomotore 9
BIO/16 Anatomia Umana 12
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
III Anno di Corso
SECS-P/07 Economia Delle Imprese Sportive 6
SPS/07 Sociologia Dello Sport E Della Salute 6
M-PSI/05 Psicologia Della Salute (mutuato Da L24) 6
SECS-P/08 Gestione E Marketing Delle Imprese Sportive 9
IUS/01 Diritto Privato E Dello Sport 6
A scelta dello studente 6
Seminario Doping 1
Tirocinio 13
Prova Finale 7
Materie a scelta dello studente
M-EDF/02 Teoria E Didattica Degli Sport Natatori 6
M-PSI/02 Psicobiologia E Psicologia Fisiologica 6
M-PSI/04 Psicologia Del Ciclo Di Vita 6
M-EDF/02 Teoria E Metodologia Dell'allenamento 6
IUS/09 Diritto Pubblico 6
M-EDF/01-2 Ciclo Di Workshop Pratici (week O Serie Di Workshop Da 2 Giorni) 6
M-PED/03 Pedagogia Del Gioco E Dello Sport 6

PRESENTAZIONE

Il percorso di studi in Scienze delle Attività Motorie e Sportive indirizzo Sport and Football Management prevede l’acquisizione di conoscenze di carattere economico manageriale, legale e storico-culturale utili alla direzione tecnico-operativa e gestionale di strutture e organizzazioni sportive più o meno ampie e complesse.

OBIETTIVI

I laureati in Sport and Football Management hanno una solida preparazione di base nelle aree dell'educazione motoria e delle attività sportive con particolare riguardo al mondo del calcio, finalizzata all'acquisizione di tecniche e capacità di conduzione dell'attività motoria, insieme a competenze utili alla gestione tecnico-aministrativa e manageriale di strutture sportive. In particolare, il percorso formativo ha l'obiettivo di far acquisire competenze nei seguenti ambiti:
- educativo, didattico e psicologico
- tecnico-sportivo
- biomedico
- giuridico e storico-culturale
- economico e manageriale.

DIDATTICA

Il corso di laurea è strutturato in modo da garantire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Ogni insegnamento, oltre a prevedere lezioni di approfondimento teorico, propone attività interattive e aule virtuali per il consolidamento delle competenze, anche attraverso esercitazioni, nei diversi ambiti tematici; sono inoltre previsti cicli di workshop con attività applicative in presenza a scelta dello studente. Le attività pratiche e di tirocinio curriculare, richieste dal percorso didattico, sono svolte in strutture sportive convenzionate con l'Ateneo e distribuite su tutto il territorio nazionale sotto la supervisione dei docenti del corso.

SBOCCHI

Il programma del corso in Sport and Football Management prepara alle professioni di:
- operatore nella comunicazione e nell'informazione tecnico-sportiva;
- organizzatore e promotore delle attività nel tempo libero nelle varie fasce di età;
- educatore motorio nell'attività fina lizzata al mantenimento della salute personale;
- consulente e operatore in società sportive, palestre e/o centri sportivi pubblici e privati;
- preparatore fisico ed esperto nella programmazione delle attività motorie di allenamento con particolare riguardo all'ambito calcistico;
- manager di strutture sportive più o meno ampie e complesse.

lauree magistrali

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/03 Teorie e Tecniche dei Test B 6
M-PSI/04 Psicologia del Ciclo di Vita 6
MED/25 Scienze Psichiatriche 12
M-PSI/07 Analisi e Trattamento del Dialogo Psichico e delle Psicopatologie 12
IUS/08 Principi Costituzionali, Legislazione e Programmazione Sanitaria e Sociale 6
M-PSI/02 Neuroscienze Cognitive e Affettive 6
M-PSI/04 Psicologia e Analisi delle Relazioni Interpersonali 6
A scelta dello studente 6
SECONDO ANNO
M-PSI/05 Teorie Tecniche della Comunicazione tra Gruppi 9
M-PSI/08 Tecniche e Modelli di Psicoterapia 9
M-PSI/07 Dinamiche Relazionali e Rischio Evolutivo 9
M-PED/01 Educazione Permanente e Formazione degli Adulti 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 9
Prova Finale 12

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea magistrale in Psicologia mira alla formazione di uno psicologo in grado di operare autonomamente e con scientificità . Nel percorso di studi vengono ampiamente trattate le maggiori tematiche teoriche e applicative inerenti la psicologia e il ruolo che lo psicologo riveste nell’evoluzione dell’uomo e nello sviluppo delle sue potenzialità. Inoltre, il corso intende fornire strumenti operativi, tecniche e metodi, utili nello svolgimento della pratica professionale dello psicologo.

OBIETTIVI

I laureati in Psicologia:
- sono in grado di riconoscere la multidimensionalità dei processi relazionali
- sanno applicare modelli interpretativi dei fenomeni, procedure operative e strumenti di indagine e di intervento in contesti clinici, organizzativi e sociali
- sanno utilizzare il ragionamento abduttivo fina lizzato alla interpretazione degli eventi

DIDATTICA

- Il primo anno di corso prevede lo studio di discipline incentrate su aspetti clinici;
- Il secondo anno mira ad ampliare le conoscenze degli strumenti operativi utili nel futuro svolgimento della pratica professionale.

SBOCCHI

Il corso di laurea è strutturato in modo da garantire agli studenti specifiche capacità di applicazione delle conoscenze apprese. Tutti gli insegnamenti affiancano alle lezioni sull'apparato teorico numerose attività interattive per il consolidamento delle competenze nei diversi ambiti tematici; sono inoltre previsti seminari in presenza e telematici per gli approfondimenti disciplinari e attività con valenza di tirocinio formativo e di orientamento. La laurea magistrale in Psicologia permette l'ammissione all'Esame di Stato per l'iscrizione alla sezione A dell'Albo Professionale degli Psicologi. Ogni laureato, previo superamento dell'Esame, potrà esercitare la libera professione, nei limiti delle normative attualmente vigenti, oppure operare nei seguenti settori occupazionali: clinico, socia le, organizzativo, formativo ed educativo. Il corso di laurea prepara in particolare alla professione di psicologo clinico, psicologo dello sviluppo e dell'educazione, psicologo del lavoro e delle organizzazioni.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/01 Psicologia Cognitiva Applicata 6
M-PSI/04 Psicologia del Ciclo di Vita 6
MED/25 Scienze Psichiatriche 12
M-PSI/07 Analisi e Trattamento del Dialogo Psichico e delle Psicopatologie 12
IUS/08 Ordinamento Giudiziario 6
M-PSI/02 Neuroscienze Cognitive e Affettive 6
M-PSI/04 Psicologia e Analisi delle Relazioni Interpersonali 6
A scelta dello studente 6
SECONDO ANNO
M-PSI/05 Psicologia Giuridica 9
M-PSI/08 Teorie e Tecniche di Psicologia Vittimologica 9
M-PSI/07 Dinamiche Relazionali e Rischio Evolutivo 9
M-PED/01 Pedagogia Sociale e Devianza 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 9
Prova Finale 12

PRESENTAZIONE

Il Corso di Laurea Magistrale in Psicologia indirizzo “Psicologia Giuridica” mira alla formazione della figura professionale di uno psicologo in grado di operare in autonomia e scientificità. In tale modo vengono approfondite le maggiori tematiche teorico-applicative inerenti la psicologia e il ruolo che lo psicologo riveste nello sviluppo delle potenzialità individuali, familiari e di gruppo. Inoltre, il Corso intende fornire metodi, strumenti e tecniche utili nella professione di psicologo. Il corso si struttura in due anni. In particolare il primo anno prevede discipline caratterizzanti ed affini relative alla aspetti psicologia generale, clinica, giuridica e della psichiatria. Il secondo anno presenta una accentuazione più specifica sul piano delle teorie, metodi e tecniche psicologiche. La struttura del percorso di studi è pertanto organizzata in un biennio, nel quale il primo anno prevede apprendimenti fondamentali nelle discipline psicologiche ed medico-giuridiche, mentre il secondo anno si caratterizza per una accentuazione della psicologia dello sviluppo e dell’educazione ed attività collaterali. La gamma degli insegnamenti a scelta consente, a seconda delle motivazioni personali, di approfondire specifici settori disciplinari. Riguardo alle possibili variazioni dei percorsi di studio, non sono previsti percorsi curriculari distinti.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/01 Psicologia Cognitiva Applicata 6
M-PSI/04 Psicologia del Ciclo di Vita 6
MED/25 Scienze Psichiatriche 12
M-PSI/07 Analisi e Trattamento del Dialogo Psichico e delle Psicopatologie 12
IUS/08 Principi Costituzionali, Ordinamenti Giuridici e Politiche dell'Innovazione 6
M-PSI/02 Neuroscienze Cognitive e Affettive 6
M-PSI/04 Psicologia e Analisi delle Relazioni Interpersonali 6
A scelta dello studente 6
SECONDO ANNO
M-PSI/05 Teorie e Tecniche della Comunicazione tra Gruppi 9
M-PSI/08 Psicotecnologie per la Clinica 9
M-PSI/07 Problematiche Psicologiche delle Nuove Tecnologie 9
INF/01 Tecnologie dell'Informazione per gli Psicologi 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 9
Prova Finale 12

PRESENTAZIONE

Il Corso di Laurea magistrale di psicologia indirizzo “Psicologia e nuove tecnologie” mira alla formazione della figura professionale di uno psicologo in grado di operare in autonomia e scientificità. In tale modo vengono approfondite le maggiori tematiche teorico-applicative inerenti la psicologia e il ruolo che lo psicologo riveste nello sviluppo delle potenzialità individuali, familiari e di gruppo. Inoltre, il Corso intende fornire metodi, strumenti e tecniche utili nella professione di psicologo. Il corso si struttura in due anni. In particolare il primo anno prevede discipline caratterizzanti ed affini relative alla aspetti psicologia generale, clinica, giuridica e della psichiatria. Il secondo anno presenta una accentuazione più specifica sul piano delle teorie, metodi e tecniche psicologiche. La struttura del percorso di studi è pertanto organizzata in un biennio, nel quale il primo anno prevede apprendimenti fondamentali nelle discipline psicologiche ed medico-giuridiche, mentre il secondo anno si caratterizza per una accentuazione della psicologia dello sviluppo e dell’educazione ed attività collaterali. La gamma degli insegnamenti a scelta consente, a seconda delle motivazioni personali, di approfondire specifici settori disciplinari. Riguardo alle possibili variazioni dei percorsi di studio, non sono previsti percorsi curriculari distinti.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PED/03 Didattica Generale 12
M-PED/04 Docimologia 9
M-PED/01 Educazione Permanente degli Adulti 9
M-STO/02 Storia Moderna 9
M-PSI/05 Psicologia Scolastica e dell'Orientamento 9
M-PED/02 Letteratura per l'Infanzia 9
A scelta dello studente 6
SECONDO ANNO
M-FIL/02 Logica e Filosofia della Scienza 9
IUS/09 Principi, Legislazione e Management Scolastico 6
SPS/07 Sociologia Generale 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
Prova Finale 18

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche, indirizzo Pedagogia e Scienze Umane, tende a formare la figura professionale del pedagogista, uno specialista in grado di intervenire efficacemente in tutti gli ambiti di intervento appartenenti alla filiera dell’educazione e della formazione. Su tali basi il corso offre una complessa gamma di conoscenze specifiche sia dei problemi e delle teorie pedagogiche, sia dei contesti specifici di pratica professionale. Possono accedere a l corso di laurea coloro che hanno concluso il triennio in Scienze dell’Educazione e della Formazione, ma anche coloro che hanno conseguito la laurea in una delle classi previste dal D.M. 270/04 o dal D.M. 509/99 o in base al previgente ordinamento quadriennale, oppure possiedono un altro titolo di studio conseguito all’estero (riconosciuto idoneo), oppure hanno acquisito 90 CFU in area umanistica, di cui almeno 30 nel SSD M-PED e altri 30 negli SSD M- PED, SPS, M-PSI, M-DEA/01.

OBIETTIVI

Il percorso di studi permette, secondo la necessaria graduaità dell'apprendimento e attraverso l'acquisizione di nuovi saperi, di acquisire metodologie attive di sviluppo che autorizzano l'applicazione di quanto appreso a situazioni e contesti di pratica professionale. In tal modo la trasversalità delle discipline programmate rivela tutta la sua fecondità e autorizza a modalità di valutazione coerenti con il percorso accademico intrapreso.

DIDATTICA

Il primo anno di questo indirizzo prevede sei insegnamenti, di cui:
- quattro di natura pedagogica tendenti a soddisfare sia esigenze di carattere didattico-operativo, sia conoscitivo-formativo;
- uno di carattere storico volto a definire l'evoluzione sociale;
- uno appartenente all'area psicologica caratterizzata da una elevata analisi dei contesti scolastici.
- L'indirizzo prevede, inoltre, un insegnamento a scelta dello studente, sulla base degli insegnamenti attivati nell'A. A 2017/20 18.
Il secondo anno si sviluppa attraverso:
- tre insegnamenti di base, di cui uno a carattere filosofico incentrato sulla logica proposizionale e sull'epistemologia in relazione alle scienze pedagogiche;
- uno sulle conoscenze di natura giuridica, inerente le normative che vigilano all'interno della scuola;
- uno volto a relazionare e comparare i sistemi sociali più rilevanti.
- Infine, il piano di studi include un ulteriore esame a scelta dello studente, il tirocinio e la prova finale .

SBOCCHI

L'indirizzo Pedagogia e Scienze Umane intende formare professionisti operanti nell'ambito della consulenza e ricerca educativa, della pianificazione e gestione di interventi presso istituzioni scolastiche e all'interno di servizi educativo-formativi, erogati da enti pubblici o privati. I pedagogisti così formati saranno specializzati nell'analisi e progettazione di interventi educativi nei vari contesti di riferimento. Potranno altresì svolgere la funzione di coordinatori di servizi educativi o equipe professionali, attività educative extrascolastiche, di docenti presso la scuola superiore, di pedagogisti presso studi professionali privati, di consulenti di orientamento per percorsi individuali/collettivi, o di esperti nella ricerca universitaria in ambito formativo ed educativo.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
M-PSI/05 Psicologia dei Gruppi e di Comunità 9
M-PED/04 Docimologia 9
M-PED/01 Educazione Permanente degli Adulti 9
M-STO/02 Storia Moderna 9
M-PED/02 Storia della Pedagogia Speciale 6
M-PED/03 Pedagogia dell'Intervento Educativo Speciale 6
M-PED/02 Letteratura per l'Infanzia 9
A scelta dello studente 6
SECONDO ANNO
M-FIL/02 Logica e Filosofia della Scienza 9
SPS/07 Sociologia Generale 6
M-PED/03 Didattica Speciale, del Gioco e dell'Animazione 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
Prova Finale 18

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche, indirizzo Pedagogista della Marginalità e della Disabilità, tende a formare la figura professionale del pedagogista, uno specialista in grado di intervenire efficacemente in tutti gli ambiti appartenenti alla filiera dell’educazione e della formazione. Su tali basi il corso offre una complessa gamma di conoscenze specifiche relative sia ai problemi e alle teorie pedagogiche, sia ai contesti specifici di pratica professionale. Possono accedere al corso di laurea coloro che hanno concluso il triennio in Scienze dell’Educazione e della Formazione, ma anche coloro che hanno conseguito la laurea in una delle classi previste dal D.M. 270/04 o dal D.M. 509/99 o in base al previgente ordinamento quadriennale, oppure possiedono un altro titolo di studio conseguito all’estero (riconosciuto idoneo), oppure hanno acquisito 90 CFU in area umanistica, di cui almeno 30 nel SSD M-PED e altri 30 negli SSD M-PED, SPS, M-PSI, M-DEA/0 1.

OBIETTIVI

Il percorso di studi permette, secondo la necessaria gradualità dell'apprendimento e attraverso l'acquisizione di nuovi saperi, di acquisire metodologie attive di sviluppo che autorizzano l'applicazione di quanto appreso a situazioni e contesti di pratica professionale. In tal modo la trasversalità delle discipline programmate rivela tutta la sua fecondità e autorizza a modalità di valutazione coerenti con il percorso accademico intrapreso.

DIDATTICA

Il primo anno di questo indirizzo prevede sette insegnamenti, di cui:
- uno specifico nell'ambito della pedagogia speciale;
- uno di carattere storico-pedagogico volto ad approfondire l'evoluzione della pedagogia speciale;
- uno di natura psicologica, atto a esaminare le tematiche inerenti al funzionamento del gruppo, della vita di comunità e di intervento sulla marginalità.
Il secondo anno prevede un insegnamento mirato all'approfondimento degli strumenti pedagogici nell'ambito della didattica speciale. Il piano di studio include un ulteriore esame a scelta dello studente tra cui l'approfondimento di tematiche inerenti la disabilità e marginalità, il tirocinio e la prova finale .

SBOCCHI

L'indirizzo ha l'obiettivo di formare pedagogisti dedicati alla progettazione di interventi educativi rivolti a persone con disabilità fisica, mentale e sensoriale, ovvero rivolti a persone che necessitano di interventi professionali mirati, a causa di condizioni di marginalità e disagio. Potranno occuparsi della progettazione educativa individualizzata, volta all'inclusione di persone con disabilità in prospettiva evolutiva, attivando percorsi multidisciplinari di aiuto e relazione a sostegno di tutti gli attori coinvolti. Potranno altresì occuparsi del coordinamento di centri per l'accoglienza, l'ospitalità e l'educazione presso istituzioni, comunità di recupero o servizi affini, collaborando con professionisti dell'area sanitaria nelle attività di diagnosi, prevenzione o cura di persone che presentano una condizione di disagio, disabilità e marginalità.

PIANO DI STUDI

Codice Insegnamento CFU
PRIMO ANNO
BIO/16 Valutazione Antropometrica e della Composizione Corporea 6
MED/33 Ergonomia 6
M-EDF/01 Fitness e Wellnes 9
M-PSI/05 Psicologia Sociale della Salute e della Qualità della Vita 9
M-PED/03 Pedagogia delle Attività Motorie Adattate 6
Lingua Inglese 3
A scelta dello studente 6
Tirocinio 12
SECONDO ANNO
BIO/10 Alimentazione per il Benessere e l'Attività Fisica 6
M-PSI/06 Teorie e Tecniche nella Gestione delle Risorse Umane 6
M-EDF/02 Metodi di Valutazione delle Attività Motorie Adattate 6
M-EDF/01 Attività Motoria Preventiva, Compensativa e Rieducativa 9
SPS/08 Sociologia del Benessere e degli Stili di Vita 6
A scelta dello studente 6
Tirocinio 10
Prova Finale 14

PRESENTAZIONE

Il corso di laurea magistrale in Scienze dell’Esercizio Fisico per il Benessere e la Salute propone l’acquisizione di competenze teoriche e tecniche finalizzate alla progettazione e alla conduzione di programmi di attività motoria adattata a differenti tipologie di popolazione per il mantenimento dell’efficienza fisica, la prevenzione e la risoluzione di alterazioni e disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico.

SBOCCHI

Sulla base della loro preparazione e delle realtà già presenti e operative sul territorio nazionale i laureati in Scienze dell’Esercizio Fisico per il Benessere e la Salute possono inserirsi in:
- centri fitness e wellness per la progettazione, gestione e conduzione di programmi di attività motoria mirata al mantenimento e al miglioramento dell’efficienza fisica in adulti e anziani e al trattamento di alterazioni e disturbi del sistema muscolo-scheletrico;
- centri di riabilitazione ortopedica, neurologica, metabolica e cardiovascolare in equipe con medici dello sport, ortopedici, fisiatri e fisioterapisti per la rieducazione motoria e il ritorno alle attività motorie o sportive;
- attività autoimprenditoriali legate al fitness e al welnness, alla rieducazione motoria e alla ginnastica posturale e correttiva per le alterazioni del sistema muscolo-scheletrico.